sabato 24 febbraio 2018

#IRAN 2018


SULLE TRACCE DI BYRON


La prima volta che ho sfogliato le pagine di "LA VIA PER L'OXIANA", ho capito subito che era ora di partire verso oriente, ma no per un estremo oriente, ma bensì per un medio oriente molto più vicino a noi, anche se con tradizioni e culture ben differenti da quelle occidentali. Il libro di Bayron è un bellissimo esempio di libro di viaggio, nonchè compagno di avventure in terre persiane.
Ho aspettato molto più del previsto, ma finalmente la partenza si avvicina, e dopo anni di latinoamerica, è la volta della REPUBBLICA ISLAMICA DELL'IRAN.
E' gia tutto pronto, il visto, il biglietto dell'aereo e anche la prima notte a Teheran, non ci manca altro che preparare i nostri zaini e muoverci verso est. Sarà un viaggio interessante dal punto di vista storico-culturale, tra deserti, caravanserragli, moschee, bazar e antiche vestigia dell'Impero Persiano. Un viaggio nell'antichità persiana, ma anche nella modernità di un Iran, che mostra all'occidente solo i suoi lati peggiori. Ecco perchè anche questa volta la visita nel Paese, è un elemento in più per conoscere meglio l'Iran e soprattutto gli iraniani, detentori del preimato di OSPITALITA'.
Sono sicuro che ci aspetteranno tante nuove sorprese e bellissime emozioni.
 
 
 

sabato 23 dicembre 2017

NATALE 2017




Come tutti gli annni, è arrivato il Natale e con lui anche la fine di questo intenso duemiladiciasette. Fare un resoconto di questi mesi passati non è molto facile, ma voglio lasciare a tutti alcune immagini di questo anno che sta per finire. L'inizio è stato esplosivo, con un bellissimo viaggio in sudamerica tra le polverose strade del nord-ovest argentino; poi, in compagnia di un carissimo amico, siamo andati a camminare tra l'appennino tosco-emiliano, incontrando per strada delle  persone eccezionali. E' stato l'anno anche della visita ai terremotati di Amatrice, con la tre giorni passati in compagnia di una famiglia, proprietaria di una azienda agricola.
Poi è giunto anche il primo volo in compagnia di mio nipote Giulio, e la visita a Barcellona, prima uscita spagnola per il giovane di famiglia.



L'anno è proseguito con il bellissimo viaggio in solitaria nelle alpi albanesi, dove ho scoperto un Paese e un Popolo straordinario. La seconda  parte dell'anno mi ha regalato infine una bellissima visita a Napoli, durante i festeggiamenti dei Santi e dei Morti e un nuovo incontro con gli amici spagnoli a Zurigo, dove non ero mai stato prima di quest'anno.
L'anno si chiuderà con un'ulteriore visita nella città partenopea, dove passerò l'ultimo dell'anno in cerca della BOMBA di MARADONA.





 Aguro con queste immagini, un felice Natale a tutti coloro che ho incontrato lungo la mia strada e a tutti quelli che incontrerò nel mio fututo camminare. Auguro inoltre un buon 2018, ricco di salute, amore e tanti viaggi.